Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK
Gli stipendi più elevati? A Milano, Bologna e Roma
12 luglio 2018
Secondo l’ultima analisi dell’Istat, nel 2016 lo stipendio medio di un dipendente del nord è stato di circa 24.400 euro, mentre quello di un lavoratore del Sud è fermo a 16.100 euro: una differenza di ben 8mila euro annui. La situazione è peggiore di quella del passato: nel 2009 il gap era pari a 6.300 euro, […]
Secondo l’ultima analisi dell’Istat, nel 2016 lo stipendio medio di un dipendente del nord è stato di circa 24.400 euro, mentre quello di un lavoratore del Sud è fermo a 16.100 euro: una differenza di ben 8mila euro annui. La situazione è peggiore di quella del passato: nel 2009 il gap era pari a 6.300 euro, ciò significa che le retribuzioni sono cresciute con velocità molto diverse nelle varie zone d’Italia: +11,4% nelle regioni settentrionali, +3,4% in quelle meridionali. Le province con i redditi più elevati sono tutte del nord. Unica eccezione Roma, terza con i suoi 23.300 euro circa, dietro a Milano (29.600 euro circa) e Bologna (25.600). Chiuduno la classifica tutte le province del sud.